FAQ - Domande frequenti


Area tematica 1: Cosa è GAIApp?

GAIApp è uno strumento per la prenotazione e l'acquisto online di servizi alla persona che utilizza i buoni lavoro Inps (o voucher) come mezzo di pagamento dei compensi.

GAIApp vuole essere un aiuto per tutti coloro che sono impegnati ogni giorno da mille mansioni, e, al contempo uno strumento per trovare lavoro a chi ne ha poco o proprio non ce l'ha.

Perché GAIApp è uno strumento per ottimizzare il tuo tempo, per offrire servizi quotidiani di uso quotidiano, per rispondere alle esigenze migliorando la qualità della vita, per sostenerti nella gestione della famiglia, per permetterti di coltivare nuove idee, per creare e trovare nuove opportunità di guadagno, per cercare e offrire lavori.

L'idea di GAIApp nasce in un territorio che, a causa delle sue caratteristiche urbanistiche e morfologiche e della inevitabile dispersione dei servizi, scuole e esercizi commerciali, necessita di un tramite tra i cittadini e la rete dei servizi offerti dagli Enti territoriali e dai privati. GAIApp vuole rappresentare questo raccordo tra persona e servizio favorendo inoltre l'inserimento nel mondo del lavoro dei giovani, e agevolando donne e lavoratori atipici, regolarizzando il loro rapporto di lavoro occasionale attraverso l'uso dei buoni lavoro Inps (o voucher).

Il progetto nasce dalle esigenze condivise di tre giovani donne, Elisa, Eva e Francesca, alle prese con la gestione quotidiana di casa, lavoro e famiglia e dalla loro volontà di fornire, quindi, un tipo di supporto rivolto soprattutto alla sfera femminile e familiare. Una serie di servizi alla persona volti a trovare soluzioni veloci, pratiche ed economiche alle incombenze di tutti i giorni. Da qui la domanda di GAIApp: "Per cosa ti serve una mano?" Per te? Per i tuoi figli? Per i tuoi genitori? Per la tua casa? E perchè no, Per un'amica?

GAIApp nasce all'interno del Centro di Ricerca e Sperimentazione Metaculturale, che ha affidato la progettazione e la gestione del progetto alle due donne più giovani del proprio Direttivo, Elisa ed Eva, e ad una supermamma progettista, Francesca, che da anni collabora con il Centro. In questo percorso, si sono poi aggiunti -per fortuna!- Sal, Rem, Giorgio e Roberto, che hanno permesso fisicamente la realizzazione del sito e dell'app GAIApp

E' un'associazione di promozione sociale che si occupa da circa quarant'anni di metodologie socio-politiche per la realizzazione di attività di promozione nel campo della cultura, dell'integrazione delle diversità, della valorizzazione del territorio e della persona.

Il fine della nostra associazione è favorire l'affermazione, la diffusione e la valorizzazione dei principi di libertà, uguaglianza, pace e giustizia sociale, pari opportunità, rispetto delle diversità, tutela dei diritti umani e dei diritti dell'infanzia, di solidarietà tra le generazioni e tra i gruppi sociali, della solidarietà sociale, umana, civile, culturale e di ricerca etica.

L'attività si è concentrata, fin dal principio, sull'elaborazione, sperimentazione e diffusione di modelli innovativi in macrocategorie: programmazione sociale e culturale del territorio, didattica, formazione professionale, integrazione delle diversità ed inclusione sociale. Ti abbiamo incuriosito? Scopri di più sul sito del Centro Metaculturale.

E' il documento che rappresenta lo spirito stesso del servizio di reciprocità proposto da GAIApp, nell'ambito del quale ogni utente è solidale, responsabile e rispettoso. Viene applicato a tutti gli utenti del sito e del servizio. Per ora il documento è riassunto nelle risposte alle domande seguenti di questa stessa area tematica.

GAIApp è un intervento che affronta problemi dovuti al cambiamento della società per favorire una "inclusive, innovative and reflective society" , ovvero società inclusiva, innovativa e riflessiva. Il fine che il Centro di Ricerca e Sperimentazione Metaculturale si è sempre proposto di perseguire, così come riportato nel suo Statuto, è "favorire l'affermazione, la diffusione e la valorizzazione dei principi di libertà, uguaglianza, pace e giustizia sociale, pari opportunità, rispetto delle diversità, tutela dei diritti umani e dei diritti dell'infanzia, di solidarietà tra le generazioni e tra i gruppi sociali, della solidarietà sociale, umana, civile, culturale e di ricerca etica".

La ricollocazione dei servizi alla persona nella scala delle priorità del territorio anche attraverso lo strumento tecnologico; il miglioramento della qualità della vita dei lavoratori e degli utenti; una possibilità di una migliore conciliazione vita-lavoro; la creazione di una rete cittadino-pmi-giovani; l'opportunità di incrementare l'occupazione giovanile e femminile; la raccolta di dati e indicatori utili per l'elaborazione di Piani di zona dei Distretti Socio-assistenziali.

Attraverso un criterio di reciprocità di intenti tra le parti sociali, proponendo nuovi e sostenibili modelli di erogazione di servizi alla persona, e ove possibile, consolidando i modelli funzionali già esistenti sul territorio. Contattaci se hai idee o proposte!

Gli utenti di GAIApp che leggono e accettano la Carta etica, condividono i principi espressi nel presente documento e si impegnano a seguirli nella pratica quotidiana di utilizzo e nell'offerta dei servizi GAIApp.

La cittadinanza solidale come fondamento di una convivenza civile basata su partecipazione, inclusione, responsabilità e cooperazione; la legalità e la trasparenza; la tutela dei lavoratori; la sicurezza e la soddisfazione degli utenti; fiducia e reciprocità; la centralità della persona.

Ne saremmo davvero contenti. Trattandosi di un servizio sperimentale, la partecipazione, i commenti, le proposizioni, le valutazioni, i consigli degli utenti e dei fornitori sono tenuti in massima considerazione.Ci piacerebbe che utenti, fornitori e staff di GAIApp costruissero le "regole del gioco" pian piano insieme, regole massimamente condivise e necessarie per la creazione di un rapporto di fiducia e rispetto reciproci.


Area tematica 2: Come funziona GAIApp?

Usare GAIApp è facilissimo, solo pochi semplici passi: Scarica la app (Google Play Store o su App store) oppure vai sul sito gaiapp.it, registrati, accedi, scegli, prenota e paga il servizio di cui necessiti e poi... basta! Rilassati.

Vai su gaiapp.it/registrati, inserisci i tuoi dati, leggi e accetta i Termini e le Condizioni generali di utilizzo del servizio, l'Informativa sulla Privacy, la Carta Etica e il gioco è fatto. Verrai contattato dallo staff di GAIApp per completare la tua registrazione.

Sono necessari pochissimi dati: nome, cognome, numero telefonico, email, username, password. Ti chiederemo inoltre se sei interessato ad offrire anche servizi su GAIApp.

Una volta effettuata la registrazione online, il nostro staff ti contatterà per chiederti alcuni dati aggiuntivi necessari all'erogazione dei servizi e della relativa ricevuta fiscale. Servirà inoltre un tuo documento di identità e la delega per l'acquisto e l'attivazione dei voucher o buoni-lavoro INPS. Solo allora potrai prenotare e acquistare servizi su GAIApp.

Se ti sei dimenticato le tue credenziali di accesso, puoi richiederle direttamente su GAIApp. Se trovi difficoltà, non esitare a contattarci.

Gli utenti sono tutti coloro che si sono registrati online al sito o all'app e sono stati abilitati dallo staff di GAIApp. Possono essere al tempo stesso fornitori e richiedenti.

Effettua l'accesso a GAIApp, vai sul modulo di prenotazione gaiapp.it/servizi e scegli il servizio in base alle tue esigenze: ti serve una mano per te? Per i tuoi figli? Per i tuoi genitori? Per la tua casa? Per un'amica? All'interno di ogni sezione, troverai i servizi specifici.

Tutti i servizi sono catalogati in macrosezioni ("Per me - la mia casa - una mia amica", "Per i miei figli" - "Per i miei genitori") e suddivisi nelle categorie: assistenza, scuola, benessere e salute, tempo libero e consulenze.

Al momento i servizi di GAIApp possono essere richiesti dove vuoi tu, all'interno dei Comuni di Fara in Sabina, Montopoli di Sabina, Poggio Mirteto, Cantalupo in Sabina, Forano e Stimigliano, ma ci espanderemo molto presto! Verifica se GAIApp è arrivata anche a casa tua!

Durante la prenotazione, l'utente indicherà il luogo dove vuole che il servizio venga svolto dal fornitore all'interno dei Comuni in cui è attivo il servizio.

Sì, in fase di registrazione potrai dichiarare le zone in cui sei disposto ad erogare i tuoi servizi indicando uno o più Comuni.

Il servizio di prenotazione online è disponibile 24h su 24, 7 giorni su 7. Il servizio di prenotazione telefonica è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 19.30.

Almeno 24 ore prima della prestazione che vuoi acquistare. In questo modo GAIApp ha il tempo necessario per la conferma della disponibilità dei fornitori di servizi, acquistare e attivare i voucher per tuo conto.

Dipende dal servizio da te richiesto e dalla disponibilità dei fornitori. Queste informazioni le trovarai prima di confermare la prenotazione.

I servizi di GAIApp sono rivolti a tutti, offrendo servizi di assistenza per l'infanzia, per i giovani, per gli anziani, per portatori di handicap, per stranieri e per noi stessi!

Certo! Tutti i fornitori di GAIApp sono prima di tutto utenti. In qualsiasi momento puoi richiedere anche tu il servizio di cui hai bisogno.

I fornitori, siano essi operatori sociali, educatori, assistenti familiari e domestici, manutentori, accompagnatori, tuttofare, giovani e donne che decidono di promuovere i propri servizi di lavoro accessorio su GAIApp.

I nostri fornitori sono accuratamente selezionati e valutati. Sono persone fidate, diligenti e puntuali.

Fare domanda è facile: se non sei ancora un nostro utente, puoi segnalarlo durante la registrazione online. Se sei già registrato, nella tua area utente puoi inviarci la richiesta. In entrambi i casi, il nostro staff ti contatterà per fissare un incontro quanto prima.

Puoi pagare i servizi di GAIApp attraverso la carta di credito o conto paypal inserendo i dati nell'apposito modulo.

Il costo dei servizi acquistati è determinato su base oraria o a corpo e varia in funzione del tipo di servizio; è definito da GAIApp insieme al fornitore e comprende la commissione dovuta a GAIApp stessa.

Dopo aver effettuato il pagamento, sarai messo in contatto diretto con il fornitore da te eventualmente opzionato o con il primo fra quelli disponibili. GAIApp acquisterà e attiverà i voucher necessari per lo svolgimento del lavoro da te richiesto.

A questo punto puoi metterti comoda: l'unica cosa che dovrai fare sarà aprire la porta di casa!!!

Contatta lo staff di GAIApp il prima possibile!!! Se i voucher sono stati già acquistati e attivati da GAIApp, lo staff può annullare l'attivazione, i voucher potranno essere riattivati per un successivo utilizzo, ma non potranno essere rimborsati.

All'interno del profilo utente è possibile sospendersi temporaneamente ad esempio in caso di vacanza o malattia. Risulterai non disponibile fino a quando non annullerai la disabilitazione.


Area tematica 3: I voucher con GAIApp

Tutti i servizi resi dai fornitori tramite GAIApp, trattandosi di lavori occasionali accessori, sono retribuiti attraverso i voucher o buoni lavoro dell'Inps.

I buoni lavoro INPS o voucher sono lo strumento di pagamento delle prestazioni di lavoro accessorio. Tutelano i lavoratori in situazioni non regolamentate.

Sono prestazioni lavorative occasionali, definite appunto "accessorie", perché non riconducibili a contratti di lavoro e/o svolte in modo saltuario.

Ogni utente delega GAIApp all'acquisto, attivazione e consegna dei voucher al lavoratore. Al momento della registrazione, lo staff provvederà a fornire tutti i materiali e l'assistenza necessaria per la compilazione della delega, come da istruzioni dell' INPS: http://www.inps.it/portale/x?sID=%3b0%3b5481%3b5484%3b&lastMenu=5484&iMenu=1&iNodo=5484&p4=2&bi=22&link=Il%20sistema%20dei%20buoni

Il valore netto di un buono lavoro o voucher da 10 euro nominali, in favore del lavoratore, è di 7,50 euro e corrisponde al compenso minimo di un'ora di prestazione, salvo che per il settore agricolo, dove, in ragione della sua specificità, si considera il contratto di riferimento. Sono garantite la copertura previdenziale presso l'INPS e quella assicurativa presso l'INAIL.

No, non dà diritto alle prestazioni a sostegno del reddito dell'INPS (disoccupazione, maternità, malattia, assegni familiari ecc.), ma è riconosciuto ai fini del diritto alla pensione.

Come da disposizioni introdotte dalla Legge di riforma del mercato del lavoro (L. 92/2012), entrata in vigore il 18 luglio 2012, è possibile utilizzare i buoni lavoro in tutti i settori di attività e per tutte le categorie di prestatori.

Fa eccezione il settore agricolo in cui il lavoro accessorio è ammesso solo ad alcune condizioni come riportato nella normativa vigente e sul sito INPS all'indirizzo: http://www.inps.it/portale/x?itemdir=5590

Certo, è sufficiente dichiarare, sotto la propria responsabilità, di rientrare tra i soggetti che possono svolgere lavoro accessorio e di non superare i limiti economici stabiliti per ogni prestatore come da Legge n. 92 del 28 giugno 2012, modificando l'art. 70 del d.lgs. n. 276/2003, e indicati nel sito dell'INPS : http://www.inps.it/portale/x?itemdir=5590

Per il 2015, i compensi complessivamente percepiti dal prestatore nell'anno solare non possono superare 5.060 € netti (6.746 € lordi).

Il periodo che va dal 1 gennaio al 31 dicembre.

Sì, la legge prevede che i compensi economici fissati per il prestatore quali limite annuo siano "annualmente rivalutati sulla base della variazione dell'indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie degli operai e degli impiegati intercorsa nell'anno precedente".

Gli utenti committenti, cioè coloro che impiegano prestatori di lavoro accessorio, possono essere: famiglie, enti senza fini di lucro, soggetti non imprenditori, imprese familiari, imprenditori agricoli, imprenditori operanti in tutti i settori, committenti pubblici

Per il committente: Il committente può beneficiare di prestazioni nella completa legalità, con copertura assicurativa INAIL per eventuali incidenti sul lavoro, senza rischiare vertenze sulla natura della prestazione e senza dover stipulare alcun tipo di contratto. Per il prestatore: Il prestatore può integrare le sue entrate attraverso queste prestazioni occasionali, il cui compenso è esente da ogni imposizione fiscale e non incide sullo stato di disoccupato o inoccupato. è, inoltre, cumulabile con i trattamenti pensionistici e compatibile con i versamenti volontari.

Certo! Attraverso il pagamento tramite voucher o buoni lavoro si può star tranquilli sulla legalità di ogni lavoro accessorio beneficiato. Ogni prestatore di servizio avrà copertura previdenziale presso l'INPS e quella assicurativa presso l'INAIL e riceverà un compenso esente da imposizioni fiscali.

Ti consigliamo di leggere attentamente queste FAQ dove potrai trovere le risposte a molti dei tuoi quesiti. In ogni caso lo staff di GAIApp è a tua disposizione per supportarti nei diversi passaggi qualora avessi dubbi o trovassi difficoltà. Contattaci pure quando vuoi!